Fantasmi, i confinati, morti che tornano

Hits: 35

Fantasmi

I fantasmi sono conosciuti per lo più come “confinati”, morti che devono rimanere su questa terra per una sorta di punizione o per non aver completato qualcosa a cui erano tenuti, o che a loro premeva particolarmente. Si manifestano attraverso una vera apparizione o per i suoni che riproducono (un pianto, un ninnare di una culla …).
Abbiamo inserito in questo gruppo anche i morti che ritornano per la loro festa, il 2 novembre: sono diversi racconti legati per lo più alle castagne (i morti mangiano le mondine), o al tema del ritorno nel proprio letto e nella propria casa.

Alcuni racconti pubblicati nel sito del Museo

La Fantasma
Il fantasma guardiano
Il ritorno dei morti e le castagne
Il fantasma dell’amore
Fantasma a casa in Salceta Careggine
Le castagne per i morti
I confinati
Il prete con il libro in mano
Il prete con il messale in mano
Matt Matté
Matt Matté 2
Cavallo con cavaliere
Il rospo di Cascio
Spostamento di confini – Gramolazzo
E schiaffi a non finire – Sillico
Dissensi ferroviari – Pontecosi
Era lì seduto sul muretto – Sillico
Ombre di coppie ballare – Vagli di Sotto
Il ponte di Livignano – La Bora
Il fantasma della Giana – Vagli di Sotto

Continuando ad usare questo sito, tu accetti i nostri Cookie. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close